mercoledì 4 maggio 2016

Il segreto

Come affronta una famiglia "numerosa" la quotidianità, le liti, gli impegni, i capricci? A questa domanda rispondo spesso con un sorriso che sottintende impegno, responsabilità, gioia e anche un pochino d'orgoglio.


La famiglia funziona se c'è l'amore, certo, ma l'amore inteso come solo sentimento non basta.


L'amore è paziente, è benevolo; l'amore non invidia; l'amore non si vanta, non si gonfia, non si comporta in modo sconveniente, non cerca il proprio interesse, non s'inasprisce, non addebita il male, non gode dell'ingiustizia, ma gioisce con la verità; soffre ogni cosa, crede ogni cosa, spera ogni cosa, sopporta ogni cosa.*

L'amore sceglie di amare. L'amore decide di amare. 
Questo amore viene dall'alto, questo amore è pensato per gli uomini.

La famiglia funziona se i membri della famiglia amano Dio, lo temono e l'onorano, lo cercano ogni giorno. 
La famiglia funziona se i membri della famiglia si amano l'un l'altro, scelgono di amarsi, di aiutarsi e guardarsi ogni giorno.


Ama il Signore Dio tuo con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente". Questo è il grande e il primo comandamento. Il secondo, simile a questo, è: "Ama il tuo prossimo come te stesso".**

E una famiglia "numerosa" funziona come tutte le famiglie.

Solo occorre aiutare un pochino di più e il segreto, la cosa bella, è che oltre a esserci più mani che aiutano, ci sono anche più cuori da amare.



* 1 Corinzi 13, la Bibbia
** Matteo 22, la Bibbia

Nessun commento:

Posta un commento