giovedì 20 dicembre 2018

Treccia svizzera

Una fetta di pane, del burro e un cucchiaino di marmellata o miele, un vasetto di yogurt e due cucchiai di granola con l'aggiunta di frutta fresca (a seconda della stagione chicchi di melograno, ananas, fragole...), poi una spremuta e un caffè, anzi due. 
Questa è la mia colazione preferita, soprattutto del fine settimana, soprattutto durante le stagioni fredde.

    
treccia svizzera al burro



Quale pane? Integrale, ai semi, tostato o no, e se bianco (o semi bianco) deve essere, preferisco in assoluto quello un po' dolce, intrecciato, alla maniera svizzera. 
La ricetta della treccia me la annotai la prima volta che feci colazione qui, 15 anni fa, quando ero moglie solo da pochi giorni e per la prima volta arrivavo nella Svizzera tedesca. Da allora non ci siamo più lasciate! 
Qualche settimana fa, un'altra prima volta. Invece che al burro, ho preparato una treccia all'olio d'oliva. 

treccia svizzera all'olio


Vi scrivo la ricetta che seguo sempre per preparare le mie trecce, completa di variante all'olio. 
Sono sicura che non la lascerete più neppure voi. Buon intreccio!



TRECCIA SVIZZERA DI PANE
(al burro o all'olio)

500 g di farina
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaio di zucchero
60 g di burro morbido (oppure 50 ml di olio d'oliva)
15 g di lievito di birra (oppure 7 g di lievito secco)
300 ml di latte
1 uovo per spennellare

Mettere in una ciotola la farina, aggiungere il sale, lo zucchero, il burro.
Sciogliere il lievito nel latte e amalgamare il tutto.
impastare fino a ottenere un impasto liscio e morbido.
Lasciar lievitare al caldo fino al raddoppio del volume. (un'ora e mezza, massimo due)
Intrecciare il pane seguendo queste istruzioni.


con due rotoli d'impasto, versione difficile


con tre rotoli d'impasto, versione classica


Disporre la treccia su teglia rivestita di carta da forno.
Lasciar lievitare ancora mezz'ora.
Spennellare con un uovo sbattuto e cuocere nella metà inferiore del forno a 220 gradi per circa 35 minuti.

Nota bene:
- Volendo possiamo spennellare solo con il tuorlo dell'uovo con qualche goccia d'acqua, quindi l'albume lo aggiungiamo all'impasto. 
- Se non si volesse usare il latte tradizionale, possiamo tranquillamente sostituirlo con latte di soia, di riso, di mandorle... o con l'acqua. Per esperienza, nel caso del latte di soia devo aggiungere sempre 20, 30 ml ai 300 riportati dalla ricetta, mentre con l'acqua devo metterne 20, 30 ml in meno. L'importante è che l'impasto risulti liscio e non appicicoso.
- Con lo stesso impasto, a volte creo un disco su una spianatoia, lo suddivido in spicchi e formo dei cornettini :)








Nessun commento: