lunedì 24 agosto 2015

#vacanzeitaliane 2015

Un‘esplosione di vitalità. Questo sono Loro 4. Soprattutto quando è estate.
La nostra estate è più o meno sempre la solita estate. In senso buono. 
Allegra e un pochino confusa. Colorata. Posti nuovi, orari strani, stesso entusiasmo.

1000 km. Verso i nonni in Abruzzo. Per la prima volta alla guida io soltanto. 
Grazie a Dio chilometro dopo chilometro la giornata è scivolata via.


Il mare di Vasto Marina (CH) poco dopo il tramonto
Da tenere presente per il prossimo viaggio: non contare sui presunti sonnellini della piccola viaggiatrice, Gemma, quasi 20 mesi. Vorrà godersi il viaggio anche lei e si addormenterá esausta, solo quando mancheranno ormai meno di due ore al traguardo. E vabbeh. 

Regola generale per ogni viaggio in auto: avere del materiale audio per bambini, incoraggiandoli all'ascolto e/o allenare i piccoli passeggeri alla pazienza. Fino al prossimo autogrill, fino alla prossima merenda, fino alla meta. Per i viaggi davvero lunghi, come il nostro, molto consigliato anche un tablet. 20 minuti ogni bambino + uno-due film d'animazione possono essere validi alleati.

Fortezza del Priamàr, Savona
Un campeggio per bambini, la compagnia della famiglia.
Riscoprire ogni anno la sabbia del mare, e soprattutto l'amore per l'acqua del mare. 
Nel frattempo ci ha raggiunto il papà e via, una nuova partenza.
Destinazione Riviera delle Palme, in Liguria.


Fiori, sassi, bastoncini, sabbia, palazzi, chiese, centri, piazze, prati, cielo, sole, caldo, luci, vicoli, botteghe, passeggio, artisti di strada, profumo di limoni, gelati, the freddi, l'aroma del basilico.



Fotografare, spaventarsi, ridacchiare, osservare, litigare, nuotare, arrampicarsi, passeggiare, riconoscere, scoprire, correre, abbracciarsi. Alternare al mare la piscina.

    Alberi di limoni, Pietra Ligure (SV)

La cosa più geniale dell'estate: i bambini pronti in meno di un minuto! Basta un vestitino, un paio di ciabattine, una magliettina. Per le bimbe dai capelli lunghi: lavare i capelli, fare un paio di trecce, stop.
E sì, ben diversi i tempi quando invece per uscire di casa occorrono 4 paia di guanti, 4 cappelli, 4 sciarpe, 4 giacconi, 4 paia di calzettoni, ...





Portare in giro i bambini rappresenta a volte un limite. Ogni vacanza ha un giorno No. Un giorno su cui basta sorvolare, nei racconti, con un semplice che belli i colori di questa foto!

Per il resto, i bambini amano fare i turisti.
Diciamo che turisti non si nasce, ma si diventa facilmente. Dandogli una mappa del luogo da visitare, a turno la macchina fotografica e spiegandogli cosa stanno guardando, sanno essere dei perfetti compagni di viaggio. E se poi un signore che passeggia col cane, ci vede fotografare e si offre di raccontarci la storia della città, allora quei piccoli turisti si trasformano anche in educati ascoltatori.

Alassio (SV)
Finché una fotografa uccelli e chiese al pari di una documentarista, una fa l'acrobata tra i pali, una lamenta di voler evadere dal passeggino ma si accontenta di un pezzo di pane e uno beve ogni cinque minuti, va tutto bene. 

Le cose si complicano quando tutti, all'improvviso, contemporaneamente hanno fame, o hanno sonno. 


Albenga (SV)




Consiglio generale per le gite di famiglia: sempre piccoli snack -carote, mele o pesche non troppo molli sono perfette, il pane a fette o i tarallini sono da preferire ai crackers, se non si vuole usare l'aspirapolvere anche in vacanza per l'auto e il passeggino-, sempre borracce d'acqua (possibilmente una per ogni bambino, possibilmente ognuna nel proprio zainetto o borsetta).
Finalborgo (SV)





La forza di volontà di noi genitori in vacanza è la stessa di tutti i giorni. Concludiamo le gite incitando amorevolmente i piccoli a camminare chè tanto il parcheggio dove abbiamo lasciato l'auto è vicino. Supervisioniamo ai litigi per il secchiello e le palette, gli spruzzi indesiderati. Sopportiamo le insistenti richieste nei momenti meno opportuni.

La gioia di essere genitore in vacanza è la stessa di tutti i giorni. Forse maggiore. Li vediamo felici, allegri, li lasciamo liberi di esprimersi. Partecipiamo e coinvolgiamo. Facciamo il pieno d'amore vicini ai loro letti quando li osserviamo addormentati e abbronzati.

Finale Ligure (SV)


È cosa nota, mamma e papà non vanno mai davvero in vacanza.
...tranne quando si prendono un paio di giorni, o solo un pomeriggio, o solo una serata, o solo un'oretta per sé! ...ma questa è un'altra storia.

Nessun commento:

Posta un commento