lunedì 28 agosto 2017

La scuola è ricominciata

Abbiamo iniziato la nostra terza settimana scolastica. 
Quest'anno siamo in prima, quarta e sesta elementare. 
Mi fa ancora un pochino strano dopo 3 settimane di vacanza, di cui 2 vista mare (se mi seguite su instagram ne avete goduto un po' con me). 
La verità è (come ho scritto su un post di facebook) che ho combattuto soffrendo di mal d'estate.
L'estate dove splende il sole, il mare luccica e i tramonti sognano. 
L'estate delle colazioni e delle cene speciali, degli amici che saluti con le lacrime. 
L'estate che all'ascolto della Parola ti sostiene verso nuovi propositi e rinsalda.
Combatto e vinco, ché Colui che è in me è più grande di tutto, anche della mia quotidianità. 
Ci sto provando, lavorando e prego per tenere vivi quei propositi.



Nei miei appunti presi durante gli studi al Campo Famiglie (tenuti dal caro Tonino Saccucci di Roma) ho annotato il significato della parola inculcare. 
Inculcare ai bambini la Parola di Dio, così come inculcare le buone maniere, l'ordine, il rispetto e la responsabilità significa imprimere profondamente, con insistenza, nell'animo o nella mente.

Bene, siamo solo alla terza settimana di scuola e stiamo insistendo ... sul senso del dovere, sui sentimenti di pace, la nobiltà d'animo, la bellezza di una tavola ben apparecchiata o di una scrivania ordinata, la soddisfazione nel coltivare passioni e il sacrificio della quotidianità. 
E mica solo con i bambini, anche (e tanto) con noi stessi.
Certo, anche se a cominciare bene si è a metà dell'opera, un buon inizio non basterà a venire fuori vincitori da questo nuovo anno scolastico. 
Dovremo concentrarci sulla meta e persistere, insistere con insistenza, resistere.



Succede e succederà ancora di scoraggiarsi. 
Quasi che l'armonia famigliare si misuri in momenti simil perfetti. 
Io, per dire, immagino pomeriggi tipo noi sei che avanziamo mano nella mano, sulle nuvole. 
Ci pensa il maritino a ricordandomi che andiamo bene cosi, nonostante, e cosi dobbiamo continuare: con un perdonami, con un abbracciami, con un parliamone, con un bacio per volta. 
Perchè a pensarci li prepariamo, i figli, per la vita e la vita qui sulla terra non sarà mai solo armoniosa e perfetta.

Siamo pronti a insistere? A imprimere? A educare? A dare l'esempio?

Nessun commento:

Posta un commento