lunedì 11 gennaio 2016

Per piacere


Per piacersi è bene controllare con cura le parole, per piacersi è bene scegliere le azioni.
Per piacersi è utile prendersi del tempo, stare da soli, riflettere e agire.
Per piacersi è necessario imporsi di chiedere perdono o perdonare.
Piacersi è accettare di piacere oppure no.
Per piacersi è bene fare attenzione al cibo, a quanto e a come.
Per piacersi può essere necessaria della sana attività fisica.
Piacersi secondo Google è gioia, equilibrio psicologico, appagamento affettivo, salute, serenità fisica, un bagno rilassante, un buon piatto di pasta.
Per piacersi, i bambini adorano vincere. Una gara a chi arriva primo, un tuffo più lontano, lavarsi i denti per primi, riconoscere un colore per primi, leggere una parola per primi, finire di pranzare per primi, preparare un balletto, uno spettacolo da salotto, e così avanti in tutte le situazioni in cui noi genitori siamo chiamati a fare da imparziali, pazienti (non sempre) spettatori, o arbitri.

da pinterest
Per piacere siamo educati, siamo gentili con i vicini di casa, curiamo i rapporti con gli amici, almeno con quelli che più ci piacciono.
Per piacere diciamo cose che forse non troppo crediamo. 
Per piacere facciamo cose che forse non avremmo pensato. 
“6 semplici regole per piacere agli altri”, promette un sito internet.
Per piacere la mia bimba si pettina i lunghi capelli biondi, li porta  indietro e sceglie un bel fermaglio. Mette un po’ di crema sul naso e sulle guance, del burro di cacao sulle labbra, sceglie una collanina, sistema la sua maglietta e chiede: “Ti piaccio, Mamma?! Ho fatto tutto da sola!”. 
Per piacere la mia bambina grande sceglie di rinunciare a un gioco cui tiene tanto per far spazio a quello proposto dalla sua amichetta. 
Per piacere il mio bimbo bello decide di indossare la camicia nuova a quadri rossi e blu. 
Tante volte dovrei somigliare alla mia piccolina che di piacere non si interessa, è spontanea e sa di piacere comunque a tutti.
Per piacere, tra le prime parole che gli abbiamo insegnato.

"Aiuta tua sorella, per piacere!"
-mmh, va bene! ...Dio è contento se l’aiuto?
"Oh si, gli piaci molto."
Per ipocrisia o sincerità. Egoismo o generosità. Scegliere. 
E cogliere l’opportunità per una vita che certo considera il piacere e il piacersi ma che ricerca e gioisce dell'approvazione divina, chè se a Dio piaciamo è meglio.

Per fede

“Ora senza fede è impossibile piacergli, perché chi si accosta a Dio deve credere che egli è, e che ricompensa tutti quelli che lo cercano.” (la Bibbia, Ebrei 11:6) 
Per ubbidienza.
E colui che mi ha mandato è con me; il Padre non mi ha lasciato solo, perché faccio continuamente le cose che gli piacciono.” (la Bibbia, Giovanni 8:29)



Nessun commento:

Posta un commento